Leader Mobile

17 Apr

Case history pugliese: l’azienda Leader Mobile e’ considerata un’eccellenza per creatività e innovazione: eroga servizi di marketing e comunicazione su smartphone. L’ultima tecnologia sviluppata e’ la fidelity card sul cellulare: e’ cosi che si raccolgono i punti,ottenendo una scheda analizzabile e personalizzabile. Tutto cio’ in linea con il trand del mobile marketing. i consumatori/ utenti apprezzeranno l’iniziativa? Staremo a vedere…in America, nella Silicon Valley, pare di si. Vedremo se la Puglia sara’ all’altezza. Ho letto anche che quest’azienda e’ fatta da giovani e cerca spesso nuove figure professionali, essendo una delle pochissime realta’ locali che ancora assume in tempi di crisi.forse questa notizia potra’ interessarvi. Io mi auguro che innovazione e avanguardia non riguardino solo il Core business dell’azienda ma anche il suo modus operandi.

Annunci

Il Problem Solving

5 Apr

Un altro esempio di marketing nel quotidiano? Niente di piu’ facile,c’e’ qualcosa con cui tutti noi ci troviamo ad aver a che fare ogni giorno: l’affrontare problemi. Il metodo del ” problem solving”  e’ un processo efficace per analizzare e risolvere situazioni complicate, e non compete solo ai manager, come saremmo portati a pensare. Per affrontare una questione difficile, e’ necessario definire il problema e le cause di esso, scomporlo in piccoli ‘sottoproblemi’, immaginare delle ipotesi  e valutarle, per poi trovare infine la soluzione migliore. Chiunque  puo’ fare problem solving  anche nel proprio quotidiano, diventando cosi padrone di una delle tecniche manageriali piu’ rinomate. 

“Gesù come manager”

25 Mar

Questo libro mi e’ stato consigliato da un mio docente universitario, cui dedico questa recensione e che ringrazio. E’ stata una lettura interessante trattandosi di un argomento molto originale, cui sinceramente non avevo mai pensato prima. Secondo l’autore Bob Briner,uomo d’affari statunitense, Gesu’ e’ stato il piu grande manager di tutti i tempi. Se ci pensiamo e’ palesemente cosi! chi era Gesù? In fondo, oltre a rappresentare il messia per i credenti, non e’ stato altro che un grandissimo oratore, promotore di s’è stesso e della dottrina cristiana. Egli comunicava in un modo che oserei paragonare al piu moderno “porta a porta”, andando di paese in paese a diffondere il suo credo. Oltre alla dote oratoria possedeva anche grande determinazione, caratteristica principe di ogni buon manager. Dopo di lui ci fu’ S.Paolo, artefice inconsapevole della prima forma di formazione a distanza! Secondo l’autore del libro uomo d’affari non si nasce,ma lo si puo’ diventare attingendo agli insegnamenti di Gesu’.

A volte bisogna solo guardare le cose sotto una luce diversa..anche questo e’ ‘fare marketing’. E’ stato uno spunto interessante per me, davvero un bel libro!

Barbie & Ken: e’ finita?

5 Mar

Nel preciso istante in cui lui ha posato gli occhi su quella meravigliosa creatura che nel lontano 1961 era stata scelta come sua co-star in quel famoso spot televisivo, il suo cuore non ha mai smesso di battere per lei. Quello che è’ stato un amore a prima vista, ha trasformato lei e lui nella coppia piu’ famosa – e glamour – del mondo. Uscite in bicicletta, corse sulla spiaggia di Malibu, proprio fuori dalla loro palazzina dei sogni, viaggi in Ferrari e apparizioni alle serate di gala con i personaggi più influenti del mondo dello spettacolo e non sol la loro vita era perfetta.
Ma poi, proprio 48 ore prima del 14 febbraio 2004, la coppia più ammirata del mondo scoppia. “Hanno bisogno di un poco di tempo da soli, per ritrovare se stessi e capire cosa vogliono veramente dalla vita”, dicevano i comunicati stampa ufficiali e i loro agenti. Si è parlato dell’entrata in scena di un avvenente surfer australiano, di una possibile omosessualità nascosta di lui, della voglia di lei di trovare la sua strada professionale una volta per tutte. Sta di fatto, che il mondo è stato gettato nel panico più totale – perché se nemmeno loro sono riusciti a costruire e mantenere una vita insieme, allora vuol proprio dire che l’amore non esiste.
Mattel gioca ancora sul gossip e sulla storia d’amore delle sue due bambole storiche per sconfiggere la concorrenza (le acerrime nemiche, le bambole Bratz), e presentare un nuovo modell Sweet Talking Ken, la bambola lanciata nel 2011 che da’ voce all’eterno fidanzato di Barbie, con la possibilità di preregistrazione di messaggi .

Per il lancio, il bello di plastica si è trasformato in un vero e proprio essere umano, che utilizza Facebook per stare in contatto con i suoi amici e FourSquare per essere sempre rintracciabile, che viene fotografato mentre entra nella famosa pasticceria Magnolia Bakery a New York per creare una cupcake speciale per la sua Barbie (al momento disponibile per tutti i fan e turisti golosi), e che posiziona strategicamente (proprio fuori dal centro fieristico Javits Center a New York durante la New York International Gift Fair!) alcuni cartelloni pubblicitari con frasi che recitano più o meno così: “Saremo anche di plastica, ma il nostro amore è vero” e “Barbie, tu sei l’unica bambola per me”.

Ovviamente, dall’altro lato, la bionda cinquantenne si confida con il suo milione di seguaci su Facebook, chiedendo consiglio su se sia saggio rimettersi con un ex, e cercando di autoconvincersi del fatto che “Ken sta portando avanti tutte queste iniziative meravigliose, ma siamo solo amici”.

A giudicare dalla reazione dei fan e dei media, sembra che la strategia basata sullo storyttelling e sull’umanizzazione di Mattel sia ancora una volta vincente.

Intanto che Barbie e Ken torneranno ad essere la “It couple” d’America, possiamo dire la nostra sui social media e far diventare la storia ancora più chiacchierata.

I <3 Gelato

5 Mar

Supponiamo di possedere una piccola gelateria artigianale. A cosa potremmo pensare per fare pubblicita’ ? Volantinaggio, pagina fb…i modi di fare marketing in questo caso sono alquanto ridotti e soliti. E invece il Brand ” I love Gelato” ha lanciato un tour di eventi itineranti per l’Italia: una band di strumentisti si esibira’ nelle migliori gelaterie a partire da Aprile. Una novita’ assoluta nel settore. Un nuovo modo di comunicare il gelato artigianale! Servira’ ad attirare clienti nelle gelaterie? L’iniziativa sara’ seguita anche on line tramite il blog http://www.ilovegelato.com

Il successo dei Nani

24 Gen

In vendita da gennaio 2012, la minigamma Labello Love Therapy viene proposta in due esclusivi gusti, Sogno di Lampone e Incantesimo di Menta. I due nuovi lipstick, racchiusi in allegri blister decorati con cuoricini, farfalle, lamponi e foglioline di menta e accompagnati dall’immagine rinnovata del famoso nanetto icona del brand Love Therapy, segnano l’incontro tra la dolcezza di Labello e il glamour creativo di Elio Fiorucci. 
Fautrice della campagna di comunicazione protagonista della vie dello shopping di 5 citta’ italiane e’ stata l’Adverteam di Milano.
Dopo il successo riscosso lo scorso anno, Beiersdorf la riconferma per il progetto dedicato a Labello Limited Edition by Love Therapy. Per supportare la rinnovata partnership tra Labello e Love Therapy, Adverteam ha messo a punto una nuova e divertente iniziativa basata su di una modalità unconventional di relazione con il pubblico: “Cerca il Labello con il nano Love Therapy ” :una magica caccia al tesoro svoltasi nel mese di dicembre dello scorso anno.I fan sono stati coinvolti in una divertente caccia al tesoro: tutti coloro che hanno trovato  il nano Labello Love Therapy e lo hanno baciato ,hanno poi ricevuto  in regalo una nuova referenza Labello by Love Therapy in anteprima assoluta.

Tutti i vincitori sono stati immortalati al momento del bacio e gli scatti pubblicati sulla fanpage Facebook di Labello Italia. La guerrilla è stata anticipata da un’azione teaser rivolta ai giornalisti che hanno ricevuto fotografie del nano avvistato nelle città selezionate per l’attività di proximity. A distanza di un mese il  bilancio e’ positivo!

street marketing,campagna teaser e social marketing per un mix perfetto e…incantato!

Lotteria & Evasione Fiscale

18 Gen

Combattere l’evasione fiscale giocando:  almeno sulla carta, non è poi così impossibile da tradurre in atti concreti. 
Abbinare  il gioco del Lotto e lo scontrino fiscale si può eccome. In Taiwan, su ogni scontrino fiscale emesso dai negozianti e commercianti, è stampato per obbligo di legge (pena sanzioni esemplari) un numero generato automaticamente da un sistema, usufruendo dello stesso meccanismo logico usato per tutti i ticket, gratta e vinci e quant’altro che fanno capo al mondo dei giochi con montepremi. 
Probabilmente in Italia una proposta del genere potrebbe attecchire senza grosse difficoltà, essendo il gioco d’azzardo – in tutte le sue sfaccettature – molto amato da tantissimi italiani, di ogni classe sociale. Si tratta, sostanzialmente, di introdurre un gratta e vinci fiscale legalizzato per la riduzione dell’evasione, e il bello è che potrebbe funzionare.
Secondo me e’ un’idea fattibile! Lo stato appoggia ( e talvolta addirittura copre) giochi d’azzardo inutili e pericolosi. In questo caso magari l’iniziativa potrebbe diventare davvero un incentivo in piu per emettere gli scontrini. D’altra parte, in un paese di viziosi, il modo migliore per affrontare le cose e’ raggirare quegli stessi vizi e sfruttarli nella loro sfaccettatura ‘ positiva’ qualora esista.